deutsch  english  français  italiano  español
 Spedizione gratuita per
 gli ordini superiori a 50 €
 Pagamento anticipato non
 necessario (fattura)
 Spedizione rapida
 Telefono (lun-ven)
 +43 1 2350329 36
Accesso Clienti
Indirizzo e-mail:
Password:
 
Dimenticata la password? 

Naturale - sano - bello
Über fangocur
Haut
Verdauung
Magen Darm
Mund Rachen
Schönheit
Muskeln und Gelenke
 
News
Integratori alimentari: salutari o pericolosi?
(30.03.2020) torna indietro
Gli integratori alimentari dovrebbero essere assunti solo in casi eccezionali
Gli integratori alimentari fanno guadagnare bene. Ma fanno anche bene al nostro corpo?
 
La verdura di ogni colore è pura salute per il nostro corpo
Nessuna pastiglia al mondo può farci bene come la frutta e la verdura fresca
 

Quello degli integratori alimentari è un mercato rigoglioso e anche le grandi aziende farmaceutiche partecipano da tempo a questo trend. L'argomento a favore di questi prodotti sembra ovvio: non si possono mai avere abbastanza vitamine e oligoelementi. Ma questi prodotti sono davvero sani?

Spinti da interessi economici e dal desiderio di migliorare Madre Natura, gli esperti e le multinazionali hanno sviluppato migliaia di prodotti a partire da nutrienti isolati e concentrati. Il principio è semplicissimo: cerchi innanzi tutto un ingrediente naturale farmacologicamente attivo, lo prepari in modo da poter produrlo in grandi quantità e venderlo al consumatore come "potente farmaco naturale".

Gli integratori alimentari sono concentrati di nutrienti isolati e prodotti sinteticamente

Questi nutrienti concentrati sarebbero in grado di compensare le nostre abitudini sbagliate e risolvere facilmente ogni problema di salute in modo naturale e senza effetti collaterali. Gli enormi profitti motivano le aziende a lasciare sul mercato questi integratori alimentari anche se non funzionano. La speranza dei consumatori in una soluzione semplice ai loro problemi di salute assicura delle vendite stabili. Ma vi sono prove scientifiche, studi o pazienti guariti che supportano questa teoria?

Il problema è davvero la carenza o è piuttosto l'eccesso?

Gli integratori alimentari possono ovviare alle carenze, ma non agli eccessi. Ma sono davvero le carenze il problema? Quanti dei vostri amici e conoscenti soffroorno di malattie dovute a carenze alimentari come lo scorbuto (causato da una carenza di vitamina C), il beriberi (carenza di vitamina B1) o la pellagra (carenza di niacina)? Quante persone conoscete che soffrono di una carenza di proteineo grassi? Probabilmente nessuna. Ma giriamo la domanda: quante persone conoscete che soffrono di malattie dovute a eccessi alimentari, come troppo grasso, colesterolo, sale, proteine o semplicemente troppe calorie? Possiamo tranquillamente dire che conosciamo più persone in sovrappeso, con malattie cardiache, arteriosclerosi, pressione alta, artrite e diabete che persone che soffrono di carenze alimentari.

Molti studi importanti suggeriscono di ricorrere agli integratori alimentari con prudenza

Due prestigiosi studi del 2008 sono giunti alla conclusione che il betacarotene, la vitamina A e la vitamina E, assunti da soli o in combinazione con altri antiossidanti, aumentano la mortalità. Numerosi studi randomizzati dimostrano che gli integratori alimentari nella maggior parte dei casi non hanno alcuna efficacia o possono essere addirittura pericolosi. Non stiamo parlando di piccoli studi con qualche centinaia di partecipanti, ma di ampi studi sull'efficacia con oltre 20.000  partecipanti o comunque varie migliaia di persone.

Solo le piante sono dei complessi di nutrimenti in una forma che può essere utilizzata dal corpo

Nessun integratore alimentare al mondo puo imitare la composizione perfetta delle piante. Ogni sano ingrediente della frutta o della verdura si presenta per natura in un complesso unico di elementi che fanno bene alla salute. Ogni pianta contiene un particolare mix di migliaia di proteine, grassi, carboidrati, fibre, minerali e altri metaboliti secondari (metaboliti vegetali). Attraverso la masticazione, la deglutizione e la digestione preleviamo i nutrienti dagli alimenti integrali. Attraverso l'apparato digerente, i nutrimenti raggiungono la circolazione sanguigna e miliardi di cellule. Le sostanze diluite nel sangue attraversano le pareti cellulari e arrivano così al citoplasma all'interno delle cellule. La complessa interazione fra gli alimenti e il nostro corpo è ancora un ambito largamente inesplorato. La scienza riconosce tuttavia l'esistenza di un delicato equilibrio. Se questo equilibrio viene disturbato da un'offerta eccessiva o carente di un nutriente, come con l'assunzione di vitamine in compresse, il metabolismo cellulare si scompensa.

Consiglio:

Siate critici nell'uso degli integratori alimentari. Come per i medicinali, un uso limitato nel tempo su consiglio del vostro medico o terapeuta può essere utile (ad esempio vitamina D per le persone anziane, vitamina B12 in caso di dieta vegana). Consigliamo di non assumere in nessun caso delle vitamine sintetiche in compresse senza pensarci bene. La questione è diversa nel caso dei rimedi naturali veri e propri, come l'erba di San Giovanni, il ginkgo, la glucosamina, l'erba d'orzo, lo zenzero, ecc. I rimedi naturali veri e proprio non sono nutrimenti isolati, ma si presentano in forma naturale e non modificata in un prodotto o nell'alimentazione.

Fonte: John A. McDougall, La Starch solution. Speciale Italia. Mangia il cibo che ami, ritrova la salute e perdi peso per sempre!, 2017

"Il Dott. John McDougall è un esperto di rilievo fra i medici praticanti nel campo della medicina basata sull'alimentazione. Migliaia di pazienti lo adorano come un'icona." (T. Colin Campbell, autore del China Study).

Visitate il nostro negozio online e scoprite tanti prodotti naturali per la vostra salute:

Clicca qui!

 
© fangocur 2003-2020

  created-de01 with ed-it.® 3.3b-v3-de01