deutsch  english  français  italiano  español
 Spedizione gratuita per
 gli ordini superiori a 50 €
 Pagamento anticipato non
 necessario (fattura)
 Spedizione rapida
 Telefono (lun-ven)
 +43 1 2350329 36
Accesso Clienti
Indirizzo e-mail:
Password:
 
Dimenticata la password? 

Naturale - sano - bello
Über fangocur
Haut
Verdauung
Magen Darm
Mund Rachen
Schönheit
Muskeln und Gelenke
 
Che cos'è la psoriasi
Che cos'è la psoriasi - cosa sono le placche?

Esse sono rosse e in rilevo, prudono in parte e sono ricoperte di squame biancastre lucide (vengono chiamate anche placche). Queste placche si limitano solitamente, ad eccezione di certe modifiche nelle loro dimensioni, al luogo, dove sono comparsi per la prima volta. Qualche volta queste placche spariscono spontaneamente da sole. Si manifestano specialmente sui gomiti e le ginocchia, sull'osso sacro e il cuoio capelluto, ma anche le articolazioni possono essere colpite da psoriasi.

Cenni storici

Da un punto di vista storico la psoriasi non è una malattia dei tempi moderni. Degli scritti del medico greco Ippocrate (460-370 a. C.) descrivono delle malattie di pelle a desquamazione e probabilmente si trattava di psoriasi.

Dal punto di vista medico

La denominazione medica psoriasi deriva dalla parola greca "psora" (prurito, grattare). Sta anche per scabbia o rogna. A causa di questa denominazione fuorviante (soprattutto per le placche) la psoriasi è stata per molto tempo paragonata e confusa con la scabbia provocata dagli acari e anche con la lebbra. Si presume che nel medioevo una parte non indifferente dei perseguitati e lebbrosi non abbia sofferto di lebbra, bensì di psoriasi. Anche oggi la psoriasi, essendo una malattia cronica, ha delle conseguenze considerevoli sulla salute, la qualità di vita e la professione delle persone colpite. Anche se la psoriasi non è contagiosa, le persone colpite si sentono non soltanto stigmatizzate per le modificazioni, spesso ben visibili, della pelle causate dalle placche, ma spesso sono davvero marginalizzate.

Dal punta di vista chimico

E' un fatto che nella psoriasi si tratta di una malattia dermatologica frequente, immunologica e infiammatoria (reazione autoimmune), alle origini della quale contribuiscono sia cause genetiche sia anche altri fattori rischio. Un ruolo centrale nel decorso della malattia della psoriasi gioca il metabolismo dell'acido fumarico del soggetto colpito e l'iperattività di un certo tipo di globuli bianchi, i linfociti Th1.

L'acido fumarico è prodotto nei reni e indicato come enzima cancerogeno. Esso regola tutti i processi di cellulosa dell'uomo, cioè ad esempio la durata di vita di quest'ultime. Se l'acido fumarico non arriva normalmente, cioè regolarmente alla cellula, questa cresce senza limite. Per i cheratinociti, le cellule dell'epidermide, questo significa una crescita con una velocità di circa 3,5 giorni dallo strato inferiore su fino allo strato corneo (scissione eccessiva). Questo processo è sostenuto, inoltre, dalla reazione immunologica dei linfociti Th1 che causa delle infiammazioni. Siccome le cellule dello strato superiore non hanno ancora terminato la loro attività, cioè non si desquamano, si accumula cellula su cellula, creando il tipico eritoderma psoriatico, le placche.

Diagnosi

Il decorso della psoriasi varia molto da individuo a individuo e spesso si manifesta in forma di attacchi. In autunno e nella primavera si osservano spesso degli aggravamenti. Qualche volta le placche guariscono spontaneamente, senza intervenirne. La psoriasi può presentarsi un'unica volta, ma nella maggior parte dei casi ha un decorso cronico.

Nella maggior parte dei casi la psoriasi può essere diagnosticata dal medico in base alle tipiche alterazioni della pelle (placche) che caratterizzano il decorso della malattia e che comprendono anche il fenomeno del segno della goccia (grattando la placca, le squame vengono via come gocce di cera), il fenomeno della pellicola di Duncan (se si continua a togliere le squame si vede un "ultima pellicina" lucida) e il stillicidio ematico (se si continua a grattare si presentano delle goccioline di sangue).

Quando i sintomi della malattia sono poco marcati, può essere più difficile riconoscere una psoriasi. E' facile confonderla con gli eczemi, le micosi (dermatofiti), il lichene piatta, il lichene ruber acuminatus o la sifilide.

Qualche volta è difficile distinguere la psoriasi artritica da altre malattie acute o croniche delle articolazioni come l'artrite reumatica o la gotta, specialmente quando non sono presenti le tipiche placche. La diagnosi di psoriasi artritica può essere supportata da esami del sangue e radiografie.

Le raccomandazioni di fangocur per il trattamento e la cura della psoriasi

La medicina propone ancora dei trattamenti quasi esclusivamente farmacologici per la psoriasi. Noi raccomandiamo un concetto completo di trattamento e di cura con rimedi naturali. Se questi rimedi non dovessero portare i risultati auspicati, conviene prendere inizialmente dei farmaci a basso dosaggio, ma mai in modo isolato.

Il trattamento della psoriasi dovrebbe basarsi sempre sull'analisi delle intere condizioni di vita e le conseguenti misure di trattamento dovrebbero essere collegate. Noi vi raccomandiamo il concetto di successo di fangocur contro la psoriasi (psoriasis vulgaris,psoriasis pustulosa) con la fangocur Crema minerale medicinale e fangocur Bentomed come misure essenziali per il lenimento e la cura efficace della malattia. Il fangocur Sapone minerale medicinale è il complemento ideale del trattamento e della terapia ed è la possibilità naturale per la pulizia quotidiana delicata della pelle al posto dei prodotti chimici comunemente disponibili come gel doccia, saponi liquidi etc.

 
© fangocur 2003-2018

  created-de01 with ed-it.® 3.3b-v3-de01 
Terapia contro Psoriasi:
Maschera minerale medicinale Maschera minerale medicinale
Maschera neonati Maschera neonati
Crema minerale N°5 Crema minerale N°5
Sapone minerale medicinale Sapone minerale medicinale
Bentomed Bentomed
Spugna naturale Spugna naturale
Portasapone fangocur in legno di faggio termico Portasapone fangocur in legno di faggio termico